app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file
Come fare

Come proteggere la ceramica craquelé

Si tratta di uno dei materiali più delicati da pulire e proteggere, e spesso c’è anche chi si avventura in fantasiosi rimedi che rischiano di rovinare il materiale: sto parlando della ceramica Craquelé. Non è tanto diffusa, ma io, ad esempio, a casa ho una parete della cucina decorata con questo tipo di ceramica.

Per chi non lo sapesse la Craquelé è un tipo di ceramica smaltata che si presenta con dei micro cavilli superficiali realizzati appositamente come finitura estetica del materiale. La superficie sembra invecchiata, come un’antica tela dipinta. Purtroppo questa particolare lavorazione è tanto affascinante quanto delicata, infatti la superficie è molto sensibile agli acidi e soggetta all’assorbimento dei liquidi e quindi rischia di macchiarsi facilmente.

Io ho iniziato a proteggere la parete direttamente dopo la posa e consiglio a tutti di farlo. L’ideale è usare fin da subito un protettivo filabrioantimacchia che non alteri l’aspetto del materiale come FILAMP90.
FILAMP90 è la miglior difesa dalle macchie per la ceramica Craquelé, ma anche per il gres porcellanato, il marmo e il granito con finitura lucida. Grazie alla sua speciale formula FILAMP90 non altera la colorazione naturale delle superfici e non produce una pellicola antiestetica. Inoltre penetra in profondità proteggendo la superficie e semplificando quindi la manutenzione ordinaria del materiale anche a distanza di tempo dal trattamento.

Per la manutenzione ordinaria, invece, sono da evitare prodotti anticalcare perché potrebbero opacizzare la superficie. Io, personalmente, utilizzo FILABRIO, il detergente universale multiuso. Si tratta di un prodotto che non può mancare in casa perché permette di pulire con facilità tutte le superfici e i rivestimenti in ceramica, gres, pietre, laminati plastici, ma anche l’acciaio inossidabile e pure vetri e specchi.

La particolare composizione di FILABRIO, che non contiene alcool né ammoniaca, è l’ideale per una parete in ceramica Craquelé come quella della mia cucina e mi permette di pulire tutto in pochi secondi perché non c’è bisogno di risciacquo.
Rimani aggiornato sul mondo FILA, seguici su facebook!

 

Post scritto da Laura Pierobon

Tags: Ceramica CraqueléCome pulire la ceramica craqueléFILABRIOFILAMP90Pulizia Ceramica CraqueléTrattamento Ceramica Craquelé

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *