app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file
Come fare

Lavare il pavimento con Acido Muriatico: Rischi e Pericoli per la Salute

Spesso per la pulizia dopo posa di pavimenti viene impiegato l’acido muriatico o acido cloridrico per eliminare tracce di cemento e stucco.

 Il suo utilizzo è sempre sconsigliato visto il suo potere fortemente corrosivo: l’acido muriatico, infatti, non solo rischia di rovinare la superficie, ma corrode irrimediabilmente anche i profili in metallo (soprattutto i profili in alluminio o ottone).

Per sua natura l’acido muriatico è un sostanza molto volatile le cui esalazioni durante l’applicazione si diffondono nell’aria causando quindi danni non solo alla superficie che si sta pulendo, ma anche ad ogni elemento metallico presente nell’ambiente circostanze, come inserti, cappe aspiranti, ecc.

muriatico-su-metallizzato

Acido Muriatico vs. DETERDEK PRO

Per il lavaggio dopo posa dei pavimenti è preferibile usare un acido innovativo come DETERDEK PRO

  • non rovina la superficie e gli elementi in metallo
  • è sicuro per l’operatore e l’ambiente
  • non sviluppa fumi nocivi.
  • efficace anche nel caso di residui di fughe additivate

 

Guarda con i tuoi occhi: nella foto a sinistra un profilo in metallo è stato inserito in una soluzione di acqua ed acido muriatico. Come vedi, la superficie si è rovinata ed è diventata opaca. Nella foto di destra, invece, il profilo in metallo inserito nella soluzione di acqua e DETERDEK PRO è rimasto inalterato.

metallo-rovinato-acido-muriatico       metallo-pulito-deterdek

L’acido muriatico, infine, è fortemente irritante per le vie respiratorie e può causare gravi ustioni cutanee nel caso di contatto accidentale. Se mescolato con altre sostanze potrebbe inoltre reagire producendo sostanze molto nocive; il caso più frequente è l’avvelenamento da cloro causato dal mescolamento di acido muriatico con la varechina.

Ecco perchè, quindi, è meglio evitare l’uso di acido muriatico.

Per il lavaggio dopo posa e per eliminare le incrostazioni più difficili utilizza un prodotto sicuro ed efficace come DETERDEKPRO!

Ricorda: DETERDEK PRO è un acido moderno con doppia funzione: rimuove efficacemente sia i residui di fughe cementizie, sia di fughe additivate.

Tags: acido muriaticoacido tamponatoDeterdekdetergente acidoLavaggio Dopo Posa PavimentiLavaggio dopo posa superficiprofili in metalloprofili per pavimenti

73 risposte a “Lavare il pavimento con Acido Muriatico: Rischi e Pericoli per la Salute”

    1. Buongiorno Antonio A., la nostra assistenza tecnica si è messa in contatto con te via mail per aiutarti a trovare il miglior trattamento.
      Saluti
      Jennifer

  1. Spett/le Fila,
    nel nostro hotel e’ stata costruita una scala esterna in ferro zincato a freddo e verniciata a polvere su cui sono stati montati 40 gradini in marmo travertino naturale non trattato ( cosi’ dice il marmista) ma solo sabbiati. Sin dall’ inizio esce dai gradini un liquido bianco che corrode la base in ferro e quindi oggi la parte in ferro e’ parzialmente arrugginita. Noi abbiamo pulito i gradini con idropulitrice e poi passato il Vs prodotto Hidropell tante volte per evitare la formazione di muffe ma dai gradini continua ad uscire il liquido corrosivo che mangia il ferro della scala. Il vs prodotto e’stato dato dopo che ci siamo accorti del danno. Abbiamo dubbi che il gestore della struttura possa aver usato acido muriatico o similare per pulire la scala oppure che il marmista abbia trattato la scala prima della posa con prodotti chimici. Avete un prodotto che arresti la fuoriuscita del salnitro o cosa ci consigliate di fare?? possiamo inviarvi delle foto?’
    ringraziando invio cordiali saluti.
    grazia

    1. Buongiorno quintili f., la nostra assistenza tecnica si è messa in contatto con te via mail per aiutarti a trovare il miglior trattamento.
      Saluti
      Jennifer

  2. Ciao, ho lavato il pavimento con detertek fine cantiere, la prima volta e rimasto abbastanza bene, chi c’e l’ha venduto ha detto di passarlo 2 volte adesso il nostro pavimento in gres effetto legno e diventato sbiadito e opaco. Come posso fare a ripristinare il colore e la lucentezza.
    Grazie

    1. Buongiorno Alejandra T., la nostra assistenza tecnica si è messa in contatto con te via mail per aiutarti a trovare il miglior trattamento.
      Saluti
      Jennifer

  3. Ho una pavimentazione esterna dove per ben due volte è stato usato acido cloridico per pulire. Al momento è a tratti macchiato, opaco e ammattito con chiazze bianche. Come posso ripristinare al suo colore? Se bagnato è uniforme ma asciugato si nota aspetto bruttissimo. Ho bisogno di soluzioni, grazie.

    1. Buongiorno Pasquale R., la nostra assistenza tecnica si è messa in contatto con te via mail per aiutarti a trovare il miglior trattamento.
      Saluti
      Jennifer

  4. Buongiorno, ho un gres porcellanato, so che chi lo ha pulito,dopo la posa,ha usato acqua e acido muriatico, e presenta degli aloni e ancora macchie di cemento, come posso risolvere il problema? grazie e buona giornata

    1. Buongiorno Martina F., la nostra assistenza tecnica si è messa in contatto con te via mail per aiutarti a trovare il miglior trattamento.
      Saluti
      Jennifer

    Commenta

    Letta l'informativa sul trattamento dei dati:
    • alle attività di marketing

    • alle attività di profilazione

    Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.