app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file
Come fare

Pulizia e manutenzione delle superfici in cemento

In casa FILA i primi mesi del 2021 hanno visto il lancio di una nuova soluzione FILA completamente dedicata al mondo del cemento: CONCRETE SHIELD. In questo articolo parleremo di questo nuovo prodotto e di tante altre soluzioni dedicate alla pulizia e manutenzione delle superfici in cemento. Ma prima facciamo un passo indietro e “scopriamo” qualche curiosità sulla storia e sugli utilizzi del cemento.

Curiosità sul cemento

Già dal XIX secolo il cemento è stato usato come materiale per eccellenza nella costruzione di edifici, ponti e opere architettoniche; viene prodotto partendo da una miscela di minerali (silicato tricalcico, silicato bicalcico all’allumminato tricalcico e dalla fase ferrica) ed inerti. Questa miscela è anche chiamata kinkler di Portland ed è la base della maggior parte delle tipologie di cemento ancora oggi in commercio. Esistono ben 172 tipi di cemento ognuna delle quali con caratteristiche ed utilizzi specifici.

Nel gergo comune parliamo di cemento, ma se dovessimo utilizzare il lessico corretto dovremmo usare il termine calcestruzzo: un materiale quasi insostituibile in edilizia per le sue caratteristiche, tra le quali risalta la sua spiccata resistenza a compressione. Piccola curiosità: se al calcestruzzo si aggiunge un’armatura interna in ferro allora il materiale finale prende il nome di calcestruzzo armato.

I prodotti FILA per la pulizia e manutenzione del cemento

CONCRETE SHIELD

Nei primi mesi del 2021 FILA ha lanciato il nuovo CONCRETE SHIELD specifico per le superfici in cemento interne ed esterne. CONCRETE SHIELD è un protettivo antimacchia con funzione consolidante e anti-spolvero, il prodotto penetra nei pori del cemento rendendo la superficie idro-oleorepellente. L’applicazione di CONCRETE SHIELD rende la superficie in cemento più facile da pulire perché protegge e rende più resistente alle macchie di sporco e di acqua. CONCRETE SHIELD ha anche un potere ravvivante, già dalla prima applicazione il colore naturale delle superfici in cemento appare più vivido e satinato. CONCRETE SHIELD è nato per applicazioni su superfici in cemento strutturato come betonelle, autobloccanti e marmittoni e non va usato su cementi lisci o elicotterati.

pulizia e manutenzione delle superfici in cemento

BETON

Per i pavimenti in cemento interni, quali quelli dei garage o dei magazzini, FILA suggerisce BETON il SALVAGARAGE, un protettivo che crea una pellicola lucida molto resistente all’usura e al calpestio. BETON limita l’assorbimento dello sporco e degli agenti macchianti, facilitando così la manutenzione ordinaria. È utilizzabile solo sulle superfici interne.

pulizia e manutenzione pavimenti in cemento BETON

PS87 PRO

Per pulire e sgrassare le superfici in cemento e per effettuare la pulizia di fine cantiere FILA suggerisce PS87 PRO ideale per catturare e spazzare via lo sporco.

GLI SMACCHIATORI PER CEMENTO

Se la superficie in cemento è macchiata è possibile risolvere il problema capendo la “natura” della macchia, ecco come procedere:

  • Per le macchie oleose c’è NO SPOT;
  • Per le macchie colorate derivate da prodotti di origine organica come il tè o il caffè si usa SR95;
  • Per le macchie superficiali di ruggine c’è NO RUST.

Cemento ed architettura, dal brutalismo al glamour

Da sempre il cemento è stato usato nella costruzione di infrastrutture e opere di edilizia civile e industriale, tanto che negli anni ’60 e ’70 è stato coniato il termine “brutalismo” per indicare le opere di grandi dimensioni che sorgevano e modificavano l’aspetto del paesaggio.

L’era contemporanea ha visto un’evoluzione di stile nell’impiego del cemento che viene declinato e rivisitato tanto che il glamour e lo urban style dell’architettura di oggi ne riscopre e apprezza la pulizia ed essenzialità delle linee.

Le referenze

Ne sono un esempio la DUBAI ARENA: la seconda arena coperta più grande al mondo. Le gradinate interne in cemento sono state protette dalle macchie di natura oleosa con W68. Questo prodotto vanta anche basse emissioni di COV e quindi permette di acquisire punti per la prestigiosa certificazione LEED.

Un’altra referenza di carattere internazionale in cui la superficie in cemento è stata trattata con prodotti FILA è l’IMPERIAL WAR MUSEUM nel Regno Unito. In questa sede si è intervenuti con il lavaggio con CLEANER PRO e una protezione resa grazie all’applicazione del protettivo filmante FOB.

Come diceva Gio Ponti – architetto e designer – “Non è il cemento, non è il legno, non è la pietra, non è l’acciaio, non è il vetro l’elemento più resistente. Il materiale più resistente nell’edilizia è l’arte” E le soluzioni FILA sono proprio sviluppate al fine di far durare più a lungo le superfici preservando e proteggendo la loro naturale bellezza.

    Commenta

    Letta l'informativa sul trattamento dei dati:
    • alle attività di marketing

    • alle attività di profilazione

    Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.