Esalta la bellezza della pietra con un trattamento effetto bagnato – WET ECO e WET

Nasseffekt-Behandlung

Quanto sono belle le pietre quando vengono bagnate dall’acqua ed ogni sfumatura di colore viene ravvivata e brilla alla luce del sole? Ottenere questo piacevole effetto bagnato e mantenerlo a lungo nel tempo è possibile ed anche molto semplice, vediamo assieme come fare.

FILA, nella sua ampia gamma di trattamenti, propone due soluzioni ideali per proteggere dalle macchie le pietre naturali donando allo stesso tempo un bellissimo effetto bagnato: il protettivo a base acqua WET ECO e l’alternativa a base solvente WET.

 

WET ECO: PROTETTIVO ANTIMACCHIA ECOLOGICO AD EFFETTO BAGNATO

Ideale in prossimità di barbecue o vialetti dove sostano le automobili, il protettivo a base acqua con azione antimacchia e ravvivante ad effetto bagnato WET ECO ravviva le superfici in cotto, pietre e agglomerati non lucidi e le rende estremamente resistenti al traffico, facilitando la successiva pulizia della superficie trattata, grazie alla sua formula idro-oleorepellente.

Come si applica?

1) agita il prodotto prima di stenderlo (puro o diluito 1:10 secondo indicazioni riportate in scheda tecnica) su una superficie asciutta e pulita, utilizzando un vello, un rullo o una pennellessa e ricordati di impregnare bene anche le fughe.
2) dopo 3 ore passa una seconda mano di WET ECO sull’intera area seguendo sempre la stessa modalità. Attendi almeno 12 ore prima calpestare la superficie.

I vantaggi di WET ECO

  • È a base acqua: trattamento più ecologico e tempi di lavoro drasticamente abbattuti perché può essere applicato anche su superfici con umidità residua, dopo pochi giorni dal lavaggio iniziale.
  • Ha un’elevata resistenza al traffico leggero e pesante.
  • E’ resistente alle intemperie.
  • Facilita la successiva pulizia della superficie trattata.
  • E’ un prodotto a bassissime emissioni di COV: Certificato da GEV e marcato da EC1PLUS contribuisce al raggiungimento di crediti per il LEED.

 

WET: PROTETTIVO CONSOLIDANTE AD EFFETTO BAGNATO

Se, oltre a ravvivare la colorazione della pietra, desideri avere anche un’azione consolidante sul materiale, puoi applicare WET. E’ ideale per superfici in pietra naturale, marmo, granito, pietre locali, travertino con finitura grezza (burattata, fiammata, a spacco…). Protegge il materiale da acqua e olio e nello stesso tempo ne consolida la struttura.

Come si applica?
1) A superficie asciutta e pulita, applica con un pennello una mano di WET in modo uniforme e continuo.
2) Aspetta 24 ore e ripeti l’operazione (materiali molto assorbenti possono necessitare anche di una terza mano per raggiungere l’effetto bagnato desiderato). Attendi almeno 24 ore prima calpestare la superficie.

I vantaggi di WET

  •  Dà un piacevole effetto bagnato, proteggendo dalle macchie e consolidando il materiale.
  • Impartisce un effetto bagnato graduabile col numero di mani applicate.
  • Non ingiallisce in alcuna condizione ambientale e di invecchiamento.
  • Non si scrosta.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato su tutte le novità FILA

Articoli più letti

48 Commenti

Commenta l'articolo

48 risposte a “Esalta la bellezza della pietra con un trattamento effetto bagnato – WET ECO e WET”

  1. Buongiorno, vi pregherei di rispondere alle seguenti domande:
    1. qual’è il prodotto più adatto per conferire effetto bagnato a un pavimento esterno in quarzite rosa? Sarei orientato sul WET rispetto al PT10 per avere una maggiore protezione allo sfoliamento tipico della pietra. Corretto?
    2. come si pone il prodotto WET ECO rispetto a PT10 e WET in termini di protezione?
    3. su un pavimento di nuova posa quanto bisogna attendere per stendere il prodotto?
    Grazie

    1. Buongiorno,

      la ringrazio per la sua disponibilità. In calce la risposta alle sue domande.

      1. qual’è il prodotto più adatto per conferire effetto bagnato a un pavimento esterno in quarzite rosa? Sarei orientato sul WET rispetto al PT10 per avere una maggiore protezione allo sfoliamento tipico della pietra. Corretto?
      Per dare una tonalizzazione intensa al materiale può usare WET, il protettivo ad effetto bagnato con una leggera azione consolidante. Le permetterà di limitare l’assorbimento dell’acqua, degli agenti macchianti, di incrementare la colorazione del materiale e di allungare la vita del materiale.

      2. come si pone il prodotto WET ECO rispetto a PT10 e WET in termini di protezione?
      In termini di protezione i tre prodotti sono equiparabili, sono protettivi idro oleo repellenti, quindi limitano l’assorbimento di acqua e degli agenti macchianti preservando la superficie.
      Consideri, inoltre, che WET ECO è il nuovo nome del PT10.
      WET, invece, è un prodotto differente in quanto è a base solvente.

      3. su un pavimento di nuova posa quanto bisogna attendere per stendere il prodotto?
      Per le superfici di nuova posa, prima dell’applicazione del prodotto, accertarsi che la superficie sia completamente pulita e asciutta. In tal senso è bene essere certi che massetto e giunti siano perfettamente stagionati. Invitiamo quindi a confrontarsi con il posatore e il produttore del massetto per conoscere i corretti tempi di asciugatura.
      A supporto asciutto e pulito, applicare poi una mano di prodotto in modo uniforme evitando ristagni superficiali. Dopo 24 ore, se necessario, applicare una seconda mano con le medesime modalità.
      ATTENZIONE:Testare sempre prima dell’uso in modo da essere certi che l’effetto finale sia quello desiderato. Non applicare il prodotto all’esterno nel caso sia prevista pioggia entro le 24 ore. Non camminare sul pavimento in fase di asciugatura: attendere 24 ore dopo la stesura dell’ultima mano. Non applicare su pavimenti in cotto o superfici lucide. In caso di cattiva applicazione e quando è necessaria una completa pulizia di fondo rimuovere WET utilizzando NOPAINT STAR. Il prodotto non può essere applicato su supporti con problemi legati all’umidità di risalita.

      La resa indicativa di prodotto è all’incirca 10/20 mq per mano di prodotto, essa può variare in base al grado di assorbimento.

      Rimaniamo a disposizione per eventuali chiarimenti

      Cordialmente
      Anna

  2. Buongiorno;
    stiamo ristrutturando un’abitazione dov’è presente una vecchia scala in pietra che è stata lavata più volte con prodotti a base alcalina e base acida (fila pulizia fine cantiere). Per completare e rifinire volevamo applicare il consolidante, visto che si tratta di un materiale con parecchi anni e in ultimo una cera liquida. Potete darmi qualche consiglio su quale prodotto usare? Grazie

    1. Buongiorno Biagio M., la nostra assistenza tecnica si è messa in contatto con te via mail per aiutarti a trovare il miglior trattamento.
      Saluti
      Jennifer

  3. Buongiorno volevo utilizzare questo prodotto su un ghiaino lavato di 40 anni che è coperto da una patina opaca, volevo capire con che prodotto pulirlo e se possibile utilizzare successivamente questo effetto bagnato.
    Ringrazio anticipatamente

    1. Buongiorno Francesco S., la nostra assistenza tecnica si è messa in contatto con te via mail per aiutarti a trovare il miglior trattamento.
      Saluti
      Jennifer

  4. Buongiorno, il parapetto del mio balcone ha la copertina in cotto non trattato.
    L’ anno scorso ho applicato il prodotto filapt10 .
    Vorrei ripetere il trattamento dopo aver eliminato ogni traccia del vecchio strato di cera.
    Potreste consigliarmi un prodotto idoneo a tal fine?
    Grazie infinitamente.
    Franca

    1. Buongiorno Franca,

      per rimuovere il PT10 è possibile procedere con l’impiego di NOPAINT STAR, un detergente specifico utile all’eliminazione di prodotti filmanti.
      Stendere il prodotto direttamente sulla parete con pennellessa. Lasciare agire almeno 5 minuti, quindi Intervenire meccanicamente con spazzolone, spugna abrasiva o opportuno utensile. Lavorare bene l’area, raccogliere i residui e risciacquare. Per un risultato ottimale, su superfici verticali usare l’idropulitrice, su pavimenti utilizzare la monospazzola. Ripetere l’applicazione del prodotto e il conseguente risciacquo se necessario (ad esempio su superfici porose quali mattoni faccia a vista, pietre naturali etc.).
      Invito a non usare il prodotto su superfici verniciate, plastiche o cerate. Non usare su marmi lucidi nuovi. Testare sempre prima dell’uso.

      In caso di necessità restiamo a disposizione
      Cordialmente
      Elisa

    Letta l'informativa sul trattamento dei dati:
    • alle attività di marketing

    • alle attività di profilazione

    Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

    Articoli correlati

    Precedente
    Successivo

    Fila Industria Chimica Spa

    Cap. Sociale: 500.000 €

    Sede legale: Via Garibaldi, 58 – 35018 San Martino di Lupari (PD) – Italy
    Sede amministrativa: Via Garibaldi, 58 – 35018 San Martino di Lupari (PD) – Italy
    Rea: PD-45734
    Codice Fiscale: 00229240288
    Partita IVA: 00229240288 – SDI: MZO2A0U

    N.Reg.Impr.: Iscrizione registro imprese PD 45734