app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file
Come fare

Procedure di Pulizia, Sanificazione e Disinfezione delle Superfici di Casa

Il tema della pulizia, dell’igienizzazione e successiva disinfezione, sono oggi temi molto sensibili. Ovunque troviamo indicazioni sull’importanza del rispetto di norme igieniche sia personali sia per gli ambienti in cui viviamo. Spesso però tali termini vengono utilizzati come fossero sinonimi, creando confusioni terminologiche e poca chiarezza sulle procedure più efficaci.

In verità, la Circolare Ministeriale n. 0005443 del 22 Febbraio 2020 emessa dalla Direzione Generale Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, in accordo con quanto suggerito dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), dà indicazioni ben chiare sul come eseguire tali azioni.

 

Andiamo con ordine, innanzitutto distinguiamo il processo per una disinfezione ideale:

Definizione pulizia sanificazione disinfezione

  1. Eliminazione dello sporco

Prima di tutto occorre detergere la superficie, attività volta a rimuovere lo sporco superficiale visibile, come polveri, sporco organico, macchie, ecc. E’ una fase fondamentale perché macchie e sporco sono l’habitat ideale per la proliferazione di germi e batteri.

 

2. Eliminazione dei germi: Igienizzazione, Disinfezione, Sanificazione

Nel linguaggio comune vengono spesso usati come sinonimi: in realtà questi termini presentano delle sottili differenze.

Differenza tra igienizzante e disinfettante

La differenza tra Igienizzare e Disinfettare deriva dal prodotto che si usa e dal fatto che sia registrato o meno come Presidio Medico Chirugico (PMC). Un prodotto registrato come PMC è riconosciuto dal Ministero della Sanità per agire come Disinfettante, ed è quindi comprovata la sua capacità di ridurre la carica batterica del 99.9%.

Per un prodotto non PMC manca il riconoscimento da parte del Ministero della Sanità, e quindi non è possibile descriverlo come Disinfettante; è comunque possibile vantare un suo effetto Igienizzante, ossia un effetto pulente che permette di rimuovere lo sporco e contrastare lo sviluppo dei germi.

La Sanificazione infine può essere intesa come sinonimo di Igienizzazione o Disinfezione, ma si tratta di una procedura che comprende anche altre operazioni volte a rendere sano un ambiente di lavoro per le persone, come il controllo della temperatura, l’umidità, la ventilazione, l’assenza di polvere, ecc. Di solito si parla di Sanificazione riferendosi ad ambienti del settore alimentare, strutture ricettive, mense, scuole, strutture sanitarie, ospedali, ambienti di lavoro in generale…

Disinfettare una superficie sporca non serve a nulla!

La sola igienizzazione e/o disinfezione delle superfici senza una precedente pulizia atta a rimuovere lo sporco accumulato può rivelarsi insufficiente. Lo sporco di fondo, se non ben rimosso, diventa ricettacolo di germi e batteri che ricominceranno a proliferare poco tempo dopo la disinfezione.

La disinfezione deve essere inoltre mantenuta costantemente nel tempo. Se la pulizia ha un effetto duraturo nel tempo, la disinfezione ha un effetto istantaneo.

Indicazioni del Ministero della Salute per un’efficace pulizia e sanificazione

Il Ministero della Salute indica come misura efficace e sufficiente in “ambienti non sanitari (abitazione, stanze, uffici pubblici, scuole etc.), una pulizia accurata delle superfici ambientali con acqua e detergente adeguato” tipo CLEANER PRO e PS87 PRO per eliminare lo sporco accumulato, prima della fase di decontaminazione.

“Per la decontaminazione, si raccomanda l’uso di ipoclorito di sodio 1% dopo pulizia. Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio, utilizzare etanolo al 70% dopo pulizia con un detergente neutro”. I detergenti neutri FILA utili allo scopo sono CLEANER PRO e CLEAN&SHINE.

“Vanno pulite con particolare attenzione tutte le superfici toccate di frequente, quali superfici di muri, porte e finestre, servizi igienici e sanitari.” I detergenti della gamma FILA che adempiono a questa funzione sono CLEAN&SHINE e DEEPCLEAN. Qualora necessario, procedere con la disinfezione come precedentemente riportato.

Concludendo, è basilare e prioritario riportare la superficie allo stato di pulito, rimuovendo qualsiasi residuo di sporco, prima di procedere con la disinfezione.

Il giusto prodotto per ogni superficie

 

PULIZIA DI GRES E CERAMICA

Per la rimozione dello sporco accumulato su superfici in gres porcellanato e ceramica consigliamo l’uso di detergenti efficaci quali PS87 PRO per sporco organico o DETERDEK PRO per sporco inorganico. Qualora necessario, procedere con la disinfezione come precedentemente riportato.

 

PULIZIA DI MARMO, PIETRA E PARQUET

Per superfici delicate quali marmi, pietre naturali, agglomerati, parquet, superfici cerate ecc., consigliamo l’uso di CLEANER PRO o CLEAN&SHINE, detergenti a pH neutro che rispettano la superficie e non lasciano alcun residuo. Qualora necessario, procedere con la disinfezione come precedentemente riportato.

Attenzione !! Prodotti DISINFETTANTI a base di Ipoclorito di Sodio (candeggina) o Etanolo (alcool etilico) possono macchiare e danneggiare irrimediabilmente le superfici delicate.

 

Dopo la pulizia, proteggere la superficie con un prodotto antimacchia

È fondamentale che una superficie assorbente venga trattata con prodotti antimacchia (idro e oleo repellenti) per impedire che lo sporco penetri all’interno del materiale rendendo difficile la sua rimozione se non con prodotti smacchianti adeguati.

FILA per questo ha una gamma completa di protettivi che possono soddisfare le esigenze di diverse tipologie di superfici come fughe, pietre naturali, agglomerati e altri materiali assorbenti.

Cerca i prodotti FILA per la protezione delle superfici

 

Tags: CLEAN&SHINECLEANER PRODEEPCLEANDETERDEK PROdisinfezionePS87 PROpuliziasanificazione

4 risposte a “Procedure di Pulizia, Sanificazione e Disinfezione delle Superfici di Casa”

  1. Buongiorno! Se sanifico prima con prodotto a,base di cloro nebulatizzante e poi pulisco , vado a eliminare vatteri virali? Grazie

    1. Buongiorno Antonella, la nostra assistenza tecnica si è messa in contatto con te via mail per aiutarti a trovare il miglior trattamento per risolvere il problema.
      Saluti
      Laura

    1. Buongiorno Moreno,
      FILA non impone ai propri rivenditori prezzi al pubblico predefiniti ma soltanto consigliati. Per questo ti consigliamo di chiedere ai rivenditori stessi il prezzo di vendita dei prodotti interessati perchè potrebbero essere oggetto di particolari promozioni e variare quindi da rivenditore a rivenditore. In questa pagina è possibile cercare i punti vendita e gli shop online che hanno a disposizione i nostri igienizzanti: https://www.filasolutions.com/ita/press-area/news/dove-acquistare-i-nuovi-igienizzanti-rapidsan-e-sanifast

    Commenta

    Letta l'informativa sul trattamento dei dati:
    • alle attività di marketing

    • alle attività di profilazione

    Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.