app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file
Come fare

Come ripristinare il trattamento a cera sul pavimento in cotto

taverna-cottoQualche giorno fa un amico mi ha chiesto un consiglio su come ripristinare il pavimento in cotto della sua taverna. Aveva da poco effettuato dei lavori di ristrutturazione, togliendo un vecchio caminetto, e non sapeva come fare per eliminare la differenza di tonalità tra la parte di superficie ora scoperta ed il resto del pavimento. Voglio condividere con voi quanto gli ho consigliato di fare.

Prima di tutto è importante capire se il pavimento in cotto è trattato e, se si, con quale tipo di cera: liquida o in pasta? Se la superficie è cerata, infatti, occorre effettuare un buon lavaggio decerante e sgrassante su tutto il pavimento, anche nella zona dov’è stato rimosso il caminetto, così da uniformare la superficie.Se il pavimento è trattato con una cera in pasta, il prodotto giusto da utilizzare è FILASOLV, un solvente decerante specifico per rimuovere i trattamenti tradizionali di cere al solvente dai pavimenti in cotto, marmo e legno. Il prodotto è utile anche per uniformare i pavimenti che, a causa di una scorretta o eccessiva applicazione di cere in pasta, presentano opacità o striature.

Basta impregnare per bene uno straccio di FILASOLV e pulire la superficie avendo cura di non ridistribuire i residui di cera. Nei casi più tenaci versare FILASOLV direttamente sulla superficie, distribuirlo e lasciarlo agire per qualche minuto e intervenire energicamente con uno spazzolone (o monospazzola). E’ importante intervenire sempre su piccole zone e raccogliere poi lo sporco disciolto con uno straccio.

Nel caso, invece, di trattamento con cera liquida, il decerante da utilizzare è FILAPS87, detergente sgrassante smacchiatore per cotto, gres porcellanato, marmo, pietre non lucidate e cemento.

Diluire un litro di FILAPS87 in 5 litri d’acqua, stendere e lasciare agire per 10 minuti. Intervenire poi con uno spazzolone o monospazzola. Raccogliere poi il liquido con uno straccio o aspiraliquidi, infine risciaquare bene la superficie.

A questo punto, dopo aver ben decerato il pavimento, è possibile ripristinare il trattamento protettivo applicando una cera. Ancora una volta, la scelta può essere effettuata tra una cera liquida o in pasta.

Per il trattamento con cera liquida, applicare prima di tutto una mano di FILAJET, un protettivo antisporco per cotto, pietra naturale, gres porcellanato, ceramica smaltata che crea una pellicola protettiva contro l’usura del passaggio e l’accumulo delloNATURWAX-003 sporco. Completare quindi il trattamento con una cera liquida a scelta in base all’effetto desiderato: FILAMATT effetto naturale, FILASATIN effetto satinato, FILACLASSIC o FILALONG LIFE effetto lucido.

Per il trattamento con cera in pasta, applicare FILANATURWAX pura utilizzando una normale spugna da bagno sintetica, oppure pennellessa e straccio. Una volta asciutta, lucidare con straccio di lana o lucidatrice. Completare quindi il trattamento con una cera liquida a scelta tra quelle sopra indicate: FILAMATT, FILASATIN, FILACLASSIC o FILALONG LIFE.

 

Tags: cera in pastacera liquidadecerareFILACLASSICFILALONG LIFEFILAMATTFILANATURWAXFILAPS87FILASATINFILASOLVpavimento in cottoprotezionepuliziaripristinotrattamentoTrattamento Superfici

45 risposte a “Come ripristinare il trattamento a cera sul pavimento in cotto”

  1. Come riprstinare un pavimento in cotto erroneamente lavato con detersivo che ha tolto la ceratura lasciando macchia chiara

    1. Buongiorno Giancarlo,
      Consigliamo di decerare il resto del pavimento per uniformare il colore della superficie utilizzando i seguenti prodotti, a seconda della cera utilizzata in precedenza:
      1) Nel caso in cui il pavimento sia stato trattato con cera all’acqua cosigliamo un lavaggio con FILAPS87 (diluito 1:5)
      2) Nel caso in cui il pavimento sia stato trattato con cera in pasta consigliamo un lavaggio con FILASOLV (pronto all’uso)

      Successivamente può scegliere di ripristinare la finitura con una cera di finitura a seconda dell’effetto desiderato: con FILAMATT per avere un effetto naturale, con FILASATIN per un effetto satinato o con FILACLASSIC, ecocera, o FILALONGLIFE, cera metallizzata, per ottenere un effetto lucido.
      In alternativa possiamo consigliare l’utilizzo del FILAPT10, protettivo ravvivante ad effetto bagnato, anche senza cera di finitura.

      Per trovare il rivenditore più vicino a Lei, clicchi su https://www.filasolutions.com/ita/rivenditori

      Rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

      Saluti,
      Chiara

  2. Salve, devo togliere delle vecchie macchie di ruggine da un pavimento in cotto esterno e vorrei sapere se è opportune usare prima un decerante per uniformare la situazione e i vari trattamenti fatti e poi passare un detergente acido forte specifico e successivamente il decerante o procedere al contrario.

    1. Buongiorno Alessandra,
      consigliamo prima di tutto di eseguire un lavaggio sgrassante con il detergente alcalino FILAPS87 per rimuovere macchie e sporco organico. In seguito un secondo lavaggio con DETERDEK per rimuovere tutte macchie inorganiche, come il calcare rilasciato dall’acqua e la ruggine.
      In seguito potrai valutare il trattamento della superficie con una protezione antimacchia e idrorepellente con FILAW68.

      Per trovare il rivenditore più vicino a te, clicca su https://www.filasolutions.com/ita/rivenditori

      Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti.
      Saluti,
      Giulia

  3. domanda che non ha nulla da vedere: ho un pavimento di mattoni/ cotto di tipo spagnolo, trattato con materiale fila per evitare le eventuali sporcature di pranzi, desidero riprestinarlo e mantenerlo grazie

    1. Buongiorno Vincenzo,
      Per poterti consigliare al meglio avremmo bisogno di capire:
      1) se il pavimento è in interno o in esterno
      2) con che prodotti è stato trattato: base acqua o base solvente?
      3) ricorda i nomi dei prodotti utilizzati?
      Ti consigliamo di scrivere direttamente alla nostra assistenza tecnica alla mail assistenzatecnica@filasolutions.com
      Grazie
      Saluti
      Laura

  4. Salve,
    Vorrei anch’io un consiglio:con che tipo di straccio/vello stendo il Filajet puro sul gres porcellanato (proprio un esempio pratico)? Grazie anticipatamente

    1. Buongiorno Stefano,
      quale tipo di gres porcellanato desideri trattare con FILAJET? Questo prodotto infatti è consigliato solo su gres porcellanato strutturato molto trafficato e dona alla superficie un aspetto abbastanza lucido. Solitamente per pavimenti domestici consigliamo piuttosto l’uso di FILASTOP DIRT. Ad ogni modo, provi a digitare su google immagini “vello spandicera”, i primi risultati sono tutte foto di attrezzi idonei all’applicazione di FILAJET.
      A disposizione per qualsiasi ulteriore consiglio
      Saluti
      Laura

    Commenta

    Letta l'informativa sul trattamento dei dati:
    • alle attività di marketing

    • alle attività di profilazione

    Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.