app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file
Come fare

Lavare il pavimento con Acido Muriatico: Rischi e Pericoli per la Salute

Spesso per la pulizia dopo posa di pavimenti viene impiegato l’acido muriatico o acido cloridrico per eliminare tracce di cemento e stucco.

 Il suo utilizzo è sempre sconsigliato visto il suo potere fortemente corrosivo: l’acido muriatico, infatti, non solo rischia di rovinare la superficie, ma corrode irrimediabilmente anche i profili in metallo (soprattutto i profili in alluminio o ottone).

Per sua natura l’acido muriatico è un sostanza molto volatile le cui esalazioni durante l’applicazione si diffondono nell’aria causando quindi danni non solo alla superficie che si sta pulendo, ma anche ad ogni elemento metallico presente nell’ambiente circostanze, come inserti, cappe aspiranti, ecc.

muriatico-su-metallizzato

Acido Muriatico vs. DETERDEK

Per il lavaggio dopo posa dei pavimenti è preferibile usare un acido innovativo come DETERDEK:

  • non rovina la superficie e gli elementi in metallo
  • è sicuro per l’operatore e l’ambiente
  • non sviluppa fumi nocivi.
  • efficace anche nel caso di residui di fughe additivate

 

Guarda con i tuoi occhi: nella foto a sinistra un profilo in metallo è stato inserito in una soluzione di acqua ed acido muriatico. Come vedi, la superficie si è rovinata ed è diventata opaca. Nella foto di destra, invece, il profilo in metallo inserito nella soluzione di acqua e DETERDEK è rimasto inalterato.

metallo-rovinato-acido-muriatico       metallo-pulito-deterdek

L’acido muriatico, infine, è fortemente irritante per le vie respiratorie e può causare gravi ustioni cutanee nel caso di contatto accidentale. Se mescolato con altre sostanze potrebbe inoltre reagire producendo sostanze molto nocive; il caso più frequente è l’avvelenamento da cloro causato dal mescolamento di acido muriatico con la varechina.

Ecco perchè, quindi, è meglio evitare l’uso di acido muriatico.

Per il lavaggio dopo posa e per eliminare le incrostazioni più difficili utilizza un prodotto sicuro ed efficace come DETERDEK!

Ricorda: DETERDEK è un acido moderno con doppia funzione: rimuove efficacemente sia i residui di fughe cementizie, sia di fughe additivate.

Tags: acido muriaticoacido tamponatoDeterdekdetergente acidoLavaggio Dopo Posa PavimentiLavaggio dopo posa superficiprofili in metalloprofili per pavimenti

41 risposte a “Lavare il pavimento con Acido Muriatico: Rischi e Pericoli per la Salute”

  1. Ciao
    Ho un problema con le fughe. In poche parole dovrei eliminarle tutte e rifare in quanto sono rimaste troppo alte e comunque non lisce. Inoltre avendo avuto un problema che non sto ora s scrivere, ho lasciato le piastrelle molto sporche. Le piastrelle sono in gres ho già provato a pulire con un acide kerakoll ma non mi soddisfa la cosa. Esiste un prodotte comunque le elimina senza guastare le piastrelle? Grazie

    1. Buongiorno Alex
      se le fughe sono di tipo cementizio, consigliamo di lavare le piastrelle con DETERDEK, in caso invece di fugante epossidico è opportuno un lavaggio con FILACR10.
      A disposizione per qualsiasi ulteriore consiglio
      Saluti
      Laura

    2. Salve da poco applicato delle mattonelle in gress effetto pietra .
      Ma dopo tanti lavaggi sia acido con acqua sia un prodotto della mapei
      Dopo un po le pietre si sono ingiallite tipo macchie e punti rughine
      Cosa posso fare ?

      1. Dalla Sua descrizione si evince che potrebbe trattarsi di un gres porcellanato metallizzato probabilmente non resistente ai lavaggi acidi che potrebbero aver aggredito la superficie.

        Al momento consigliamo di lavare la superficie con un detergente neutro come FILACLEANER (3 tappini in 5 litri d’acqua, anche senza risciacquo) utilizzando un panno ben strizzato.

        Sarebbe d’aiuto se Lei potesse nel frattempo poter recuperare la Scheda Tecnica del Gres porcellanato installato per verificare la resistenza agli agenti chimici.

        NOTA BENE: Cliccando sul nome del/dei prodotto/i sopra indicato/i, accederà alla pagina del prodotto stesso. La invitiamo a leggerla con attenzione. Lì troverà tutte le indicazioni relative all’utilizzo del prodotto, la scheda tecnica e di sicurezza, al fine di effettuare correttamente il trattamento ed ottenere il risultato ottimale.

        Per trovare il rivenditore più vicino a Lei, clicchi su https://www.filasolutions.com/ita/rivenditori

  2. Buonasera,
    nel mio appartamento, con gres porcellanato patinato, ho il riscaldamento a pavimento e pertanto i battiscopa sono stati posati leggermente staccati dal pavimento e siliconati; il silicone può essere danneggiato dall’utilizzo di DETERDEK?
    Grazie
    Saluti

    1. Buongiorno Donato,
      DETERDEK non danneggia in alcun modo il silicone, puoi procedere tranquillamente con la pulizia.
      Saluti
      Laura

  3. Salve, io ho un gress porcellanato lappato grigio scuro.
    Non riesco a mantenerlo pulito, rimangono tutte le macchie e di controluce è inguardabile. Cosa posso usare per far ritornare il mio pavimento bello pulito? Grazie anticipatamente

    1. Buongiorno Vanessa, molto probabilmente sul pavimento sono ancora presenti dei residui di posa che rendono la superficie leggermente assorbente creando macchie ed aloni in controluce. Consigliamo un lavaggio con il detergente disincrostante DETERDEK diluito 1:5 seguendo bene le istruzioni riportate in etichetta. Prima di lavare tutto il pavimento, procedere con un test in una piccola zona per verificare l’efficacia del prodotto e prendere dimestichezza con l’applicazione. A pavimento asciutto e pulito, il problema delle macchie e aloni dovrebbe essere completamente risolto. Per la manutenzione quotidiana raccomandiamo l’uso di un detergente neutro come FILACLEANER che non lascia alcun residuo.
      Saluti
      Laura

  4. Buongiorno,
    Ho un pavimento in cotto che,purtroppo, credo sia stato a suo tempo trattato in modo non corretto e di conseguenza assorbe molto e risulta ormai macchiato in modo molto evidente (macchie di olio etc)
    Vorrei sapere se è necessaria a questo punto una lamatura del pavimento o se posso smacchiarlo e trattarlo senza interventi così pesanti.
    grazie

    1. Buongiorno Alessandro,
      sarebbe importante prima di tutto capire con che tipo di prodotto è stato trattato il pavimento. Se è stato trattato con una cera in pasta, ti consigliamo di effettuare un buon lavaggio decerante e sgrassante con FILASOLV (puro). In alternativa si può utilizzare il detergente sgrassante FILAPS87 (diluito 1:5). A pavimento asciutto e pulito si procederà quindi al trattamento protettivo con cera in pasta FILANATURWAX oppure con il protettivo antimacchia FILAW68 (1 mano) seguito dal protettivo antisporco FILAJET (sempre 1 mano). Data la complessità del ripristino del pavimento, se lo ritieni opporuno possiamo consigliarti un nostro trattatore di fiducia che possa farti un preventivo per l’intervento.
      Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *