app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file
Come fare

Come pulire il cotto da ogni tipo di macchia grazie ai prodotti Fila

Oggi parliamo di pulizia del cotto grazie ad alcuni prodotti Fila particolarmente indicati per questa superficie.

Vi sono alcune tipologie di macchie che richiedono un trattamento di pulizia con prodotti specifici, ecco quindi alcuni consigli su come pulire il cotto in caso di:

1. Macchie di cera di candela
Strofinare il pavimento con una spugna abrasiva verde imbevuta di FILASOLV puro e successivamente rimuovere i residui di cera con della carta assorbente. Se il pavimento in cotto è interno applicate nuovamente il prodotto di finitura dopo la pulizia.

2. Sbiancamento sotto un vaso
Nel caso di sbiancamento dovuto ai residui calcarei dell’acqua, lavate la zona interessata con DETERDEK.
Nel caso invece di sbiancamento dovuto all’umidità, decerate le mattonelle interessate con FILAPS87 e FILASOLV insistendo con una spugna abrasiva e assorbendo il residuo con carta assorbente o stracci asciutti. In entrambi i casi, se si tratta di pavimenti interni, ripassate con la cera.

Pulizia Cotto3. Pavimento esterno annerito a causa di pneumatici
Lavate energicamente il pavimento esterno con FILAPS87 servendovi di uno spazzolone rigido o di una monospazzola munita di disco verde e risciacquate poi con acqua.

4. Macchie di olio freddo
Nel caso riusciate ad intervenire entro poche ore è sufficiente assorbire l’olio con carta assorbente per poi lavare il pavimento con FILAPS87: non rimarrà nessun alone.
Nel caso invece in cui, essendo intervenuti dopo un tempo maggiore, sia rimasto un alone sul pavimento, spruzzate FILANOSPOT direttamente sulla zona interessata, lasciate asciugare il prodotto per alcuni minuti e poi rimuovete la polvere bianca che si sarà formata con una spazzola. Passate poi uno straccio umido e, una volta asciutto, ripassate la cera di finitura.

Pulizia Pavimenti Cotto5. Segni neri causati dai tacchi delle scarpe
Intervenire con FILACLEANER puro strofinando con una spugna abrasiva umida. Risciacquare poi la superficie e applicare di nuovo la cera protettiva.

6. Macchie di alcool, ammoniaca o candeggina
Intervenire con FILAPS87 decerando l’intera zona interessata e risciacquare poi con acqua. Applicare infine una mano di cera pura.

 

Per scoprire tutti i prodotti Fila per la pulizia del cotto clicca qui!

 

Tags: come pulire il cottopulizia cottopulizia pavimenti cotto

40 risposte a “Come pulire il cotto da ogni tipo di macchia grazie ai prodotti Fila”

  1. All’ esterno abbiamo un pavimento di cotto che tende a sfogliarsi e produce aloni bianchi.
    Vorremmo sapere che tipo di prodotti possiamo usare e la procedura da adottare per ravvivarlo e impermeabilizzarlo.
    Grazie
    Antonio

    1. Buongiorno Antonio,
      Le scagliature e l’aspetto bianco derivano probabilmente da un’intensa risalita di sali dal fondo.
      Si potrebbe innanzitutto procedere con un buon lavaggio acido, con Deterdek oppure FILA PH ZERO.
      Per quanto poi riguarda il trattamento, si può procedere con relativa tranquillità solo nel caso di materiale adeguatamente posato e isolato: in questo caso se si desidera ravvivare il materiale si può scegliere il prodotto FILA PT10.
      Se invece il materiale presenta umidità di fondo, un trattamento potrebbe essere associato a problemi, come ad esempio sbiancamenti.In questo caso occerre quindi rivolgersi ad un professionista per verificare lo stato del materiale e del fondo.
      Saluti
      Laura

  2. buongiorno,
    ho un pavimento interno in cotto stonalizzato che, prima del trattamento a cera in pasta fila, (fatto da noi ormai 14 anni fa) era chiaro e luminoso, però come ho già detto dopo il trattamento si è scurito parecchio.
    ci piacerebbe ora farlo tornare come era all’acquisto, è possibile? e che cosa dobbiamo fare?
    grazie

    1. Buongiorno Debora,
      Per ripristinare il colore e la brillantezza del cotto è necessario eseguire di nuovo un trattamento protettivo con la cera in pasta. Prima di tutto occorrerà fare un buon lavaggio di fondo, ad esempio con FILAMAX, e quindi ripristinare del trattamento. Se lo desideri, ti possiamo indicare dei trattatori professionisti di fiducia che possono eseguire l’intero lavoro.
      Resto a tua disposizione
      Buon pomeriggio
      Laura

  3. Buongiorno, ho subito un alluvione dove in cucina avevo il cotto. La casa era al mare quindi disabitata e una settimana dopo l’evento sono andato a controllare e ho trovato su tutta la cucina uno strato (3-4 mm) di fango. Ho pulito il pavimento e risciacquato molte, molte volte con prodotti generici, il fango naturalmente è venuto via ma il cotto continua ad essere macchiato evidenziando macchie biancastre che col passare del tempo sono sempre più evidenti. Cosa posso fare per ripristinare il tutto? Grazie

    1. Buongiorno Marco,
      le macchie biancastre da te evidenziate sono efflorescenze saline, molto comuni nel caso di pavimenti in cotto soggetti ad umidità. Occorre uno specifico lavaggio con un detergente acido come DETERDEK o FILAPHZERO. Prima di procedere, però, sarebbe importante sapere se il pavimento era stato trattato a cera oppure no. In caso affermativo, prima del lavaggio acido occorre rimuovere bene ogni strato di cera con il detergente sgrassante decerante FILAPS87.
      Dopo la pulizia profonda, si può procedere con il ripristino del trattamento di protezione preferito. Restiamo a disposzione per consigli su come procedere o per fornire un eventuale riferimento di trattatore di fiducia.
      Buona giornata
      Laura

  4. Salve, ho un pavimento di un resede in cotto macchiato dal colore giallo usato per il muro sovrastante, come posso levarle?
    Grazie

    1. Buongiorno Carlo, per la pulizia di macchie di colore sul cotto ti consigliamo di utilizzare il detergente FILAPS87 diluendo 1 litro di prodotto in circa 5 litri d’acqua. Se necessario, ripetere l’operazione con una diluizione inferiore. Restiamo a tua disposizione per qualsiasi ulteriore necessità. Buona giornata!

  5. Salve
    Ho avuto un problema di allagamento, con acqua sporca di fango nella mia taverna.
    Fatta la pulizia del mio pavimento in cotto con spazzola ed un prodotto sgrassante, rimangono in evidenza
    In alcune zone delle macchie nere disunìformi con rilascio di sannitro.
    Vorrei sapere da voi cosa mi consigliate di fare per rimuovere tali macchie.
    Grazie per la vostra risposta

    1. Salve Giovanni, per rimuovere le macchie nere e di salnitro ti consigliamo di fare una pulizia profonda con DETERDEK diluendo una parte di prodotto in tre parti d’acqua. Una volta completata la pulizia, è necessario ripristinare il trattamento antimacchia. Per questa operazione ti consigliamo di applicare prima una mano di FILAW68, seguito poi da una mano di FILAJET. Al termine puoi completare con una mano di cera di finitura a scelta (es. FILAMATT per avere un effetto naturale, o FILASATIN per un effetto satinato). Restiamo a tua disposizione per qualsiasi altro consiglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *